RT CUP – QUARTI DI FINALE

LA COPPA CHE NON TI ASPETTI, ELIMINAZIONI DI LUSSO, FUORI I CAMPIONI IN CARICA DELLO SMOKIE’S E LA LONGOBARDA. IN SEMIFINALE CI VANNO BELFICA, GLOBAL CANALINA, ATHLETIC DANA E ATLETICO CASTELLAZZO.

I quarti di finale di RT Cup regalano una serata ricca di sorprese ed emozioni ma sopratutto eliminazioni inaspettate che vedono andare a casa i campioni in carica dello Smokie’s così come i finalisti della passata stagione della Longobarda ed un altra semifinalista dell’ RT Cup 2016/17 che risponde al nome del Bizoona Soccer.
A far festa due esordienti ovvero Belfica Fc e Global Canalina e due sorprese di quest’ anno Athletic Dana e Atletico Castellazzo, quattro semifinaliste che ad inizio stagione in pochi avrebbero scommesso di trovare tra le quattro pretendenti al titolo, soprende anche l’ eliminazione dell’ FK Teuta squadra con tutte le carte in regola per poter pretendere al titolo finale.
Ma questa in fondo è la magia e la bellezza di questo torneo dove ci si gioca il passaggio del turno in una gara secca.
Quella tra Smokie’s e Belfica Fc la partita più equilibrata arrivata fino al 3 a 3 dei tempi regolamentari e poi decisa dalla lotteria dei rigori, Fontana, Ruggiero e Reggiani le tre firme dei gol dei campioni in carica a cui risponde il Belfica con la doppietta del man of the match Iacob e Predieri oltre al miglior portiere di serata Di Fusco bravo a non far rimpiangere l’ assente per squalifica Mammi.
Dal dischetto fatali gli errori in serie nel terzo quarto e quinto rigore per lo Smokie’s condannato alla sconfitta per 5 a 6.
Prestazione super per l’ Athletic Dana a ribaltare i favori del pronostico che vedevano l’ FK Teuta in vantaggio per il passaggio del turno; Athletic praticamente sempre in vantaggio fino al 4 a 1 prima di subire il ritorno del Teuta che impatta sul 4 a 4, ci pensano poi Scala per 5 a 4 e nel finale Bolzi (per lui doppietta) con un gol da dietro la metacampo con il Teuta sbilanciato ed in campo con il portiere di movimento a chiudere la gara.
Sugli scudi per i vincitori anche l’ esordiente tra i pali Alex Caselli votato come miglior portiere della partita, Alessandro Caselli , autore di una rete, ma sopratutto un immarcabile Perilli autore di una doppietta, man of the match e vero ago della bilancia della sfida.
Per il Teuta doppietta di Nanaj e marcature di Cabras e Jurak in una serata dal sapore decisamente amaro.
Il Global Canalina ancora più a sorpresa fa fuori la Longobarda con un punteggio netto e rotondo, un 10 a 5 che non ammette repliche e regala il passaggio del turno a questa squadra al suo primo anno nel circuito di Reggio Tornei.
Per i vincitori poker di Falcicchio, tripletta del man of the match Rizzuto, doppietta di Harit e singola di Carratu’; la Longobarda risponde con le doppiette di Saggese e Tokmadzic e la singola di Aliotti, troppo poco per guadagnarsi l’ accesso alle semifinali; riprende intanto la rincorsa al primo posto della classifica dei migliori portieri per Chorak (Canalina) ora secondo a tre voti dalla vetta.
Un Atletico Castellazzo robusto e maturo è la quarta classificata tra le quattro finaliste, i rossoblu sotto 4 a 1 contro il Bizoona Soccer si agrappa alle giocate di un ispiratissimo Malik autore di una tripletta e giudicato man of the match per rimontare e poi vincere la gara.
Di Rrafshi (doppietta) e Gentian Bytyqi, oltre ad un autorete, le firme degli altri marcatori per i vincitori a cui rispondono Viggiano e Orsino con due marcature a testa e Napolitano con una ; Comastri (Atletico Castellazzo) per la tredicesima volta miglior portiere della partita e sempre più in fuga nella speciale classifica per accedere alla Shootout Battle.
Con questi risultati il quadro delle semifinali vede questi accoppiamenti : Belfica Fc – Global Canalina e Athletic Dana – Atletico Castellazzo, due semifinali inedite a regalare una ventata di freschezza e novità alla coppa di lega di Reggio Tornei.
Per i riconoscimenti personali Bolzi (Athletic Dana) resta in vetta alla classifica dei marcatori con 12 reti, primato rafforzato anche dall’ eliminazione del primo diretto avversario Jurak (FK Teuta) fermatosi a 10.
Ora una sola gara separa queste quattro squadre dalla finalissima, dalla possibilità di portare a casa un titolo ed entrare nell’ albo d’ oro e nella storia del circuito di Reggio Tornei.

Leave a Reply