RT LEAGUE FASI FINALI

FASI FINALI: IMPRESA BIZOONA CHE VOLA IN SEMIFINALE ELIMINANDO I CAMPIONI IN CARICA DELLA LONGOBARDA; L’ FK TEUTA BATTE LO SMOKIE’S E SI RITAGLIA UN POSTO TRA LE PRIME QUATTRO. ATLETICO PUMBAA SECONDA FINALISTA DEL CUCCHIAIO.

Due vittorie di misura, due belle partite combattute e intense ad onore di una stagione da protagonisti che rendono merito a questo bellissimo finale di stagione hanno caratterizato il secondo turno di preliminari per accedere alle semifinali dell’ RT League 2017/18.
Alla fine ad uscire, comunque a testa alta, sono i campioni in carica della Longobarda per la prima volta fuori dalla finale dopo tre anni da protagonisti (due scudetti ed un secondo posto) e l’ altra altrettanto blasonata Smokie’s (ex Torrcaffe’) vincitori dell’ RT Cup 2016/17 nonchè della RT Supercup 2018.
Vanno avanti due formazioni, Bizoona Soccer e FK Teuta, più “giovani” nel nostro circuito che con coraggio hanno costruito le proprie fortune con una regular season da incorniciare fatta di impegno, passione ed applicazione.
Ad aprire i giochi è la sfida tra Longobarda e Bizoona Soccer con il primo tempo terminato sull’ 1 a 0 a favore del Bizoona grazie alla rete di Napolitano con una botta dal limite dell’ area, lo stesso capitano rossoblu salva sulla linea il probabile pareggio dopo una parata di Rames su Aliotti, nel finale di tempo Fischetti sfiora il raddoppio con palla a stamparsi sull’ incrocio dei pali per poi uscire sul fondo.
La ripresa regala ancora più emozioni, il Bizoona parte forte con Trimarco a salvare su un tentativo ravvicinato di Di Mauro, subito dopo traversa di Napolitano dalla distanza ma è solo il prologo al raddoppio quando ancora Di Mauro serve un assist al bacio per Orsino freddo e implacabile con un diagonale incrociato di destro a battere Trimarco per il 2 a 0.
Ma la partita è tutt’ altro che finita, la Longobarda non ci sta e mette in campo tutta la sua esperienza e voglia di riscatto, prima Napolitano compie il suo secondo salvataggio sulla linea di serata ma nulla può quando capitan Saggese si fa trovare prima appostato sul secondo palo per insaccare il 2 a 1 e poco dopo su una punizione di Aliotti sempre da posizione diagonale in zona secondo palo sigla la rete del 2 a 2.
Quando i tempi regolamentari sembrano ormai finiti con il Bizoona mentalmente alle corde ed una sorniona Longobarda caricata dalla rimonta in odore di supplementari Trimarco esce in maniera scomposta su un affondo di Orsino regalando un calcio di rigore a trenta secondi dal termine, il miglior giocatore della stagione Di Mauro (vincitore della Shootout Battle 2017/18) non fallisce dal dischetto per il tre a due finale che condanna i campioni in carica a cedere il titolo e qualifica i suoi alla semifinale.
Niente da invidiare in quanto ad emozioni anche nella seconda semifinale tra Smokie’s e FK Teuta che da subito si affrontano senza risparmiarsi gol su gol fino al due a due con cui termina la prima frazione.
Il secondo tempo sorride al Teuta quando prima Nanaj su calcio di punizione poi Cabras e subito dopo di lui Dardha, entrambi con azioni di rimessa, trovano le tre reti per il massimo vantaggio di serata di 2 a 5; a questo punto i viola di capitan Shkurti sembrano amministrare sapientemente le tre reti di vantaggio mettendo in ghiaccio la partita fino a quando lo Smokie’s decide di giocarsi la carta disperata del portiere in movimento con Gallotto a fare da estremo difensore al posto di Bonilauri per provare a sfruttare la superiorità numerica e schiacciare i propri avversari , e la mossa funziona da i suoi frutti fino ad arrivare al punteggio di 4 a 5, gli ultimi brividi sono un palo ed una traversa che salvano un Pezzella indubbiamente in serata super e probabilmente migliore dei suoi in campo con interventi decisivi quanto spettacolari; il triplice fischio del direttore di gara scatena la festa del Teuta e condanna lo Smokie’s a salutare prematuratamente la competizione, per la cronaca i marcatori dello Smokie’s: Fontana, Schipa, Reggiani e Gallotto con una marcatura a testa mentre per il Teuta doppietta di Nanaj e singole di Cabras, Toska e Dardha.
Serata arricchita dalla seconda semifinale del Cucchiaio di Legno dove Atletico Pumbaa Independiente e The Shield si sono giocate l’ accesso alla finalissima, altra bella gara equilibrata e combattuta con la prima frazione a chiudersi sull’ 1 a 1 con le reti di Spano per lo Shield a cui risponde capitan Giacoponi.
Nella ripresa continua a regnare l’ equilibrio fino a quasi la totalità della gara quando il Pumbaa con uno strappo finale si aggiudica la gara con il punteggio finale di 5 a 3 grazie alle reti di Lugli (doppietta), Di Silvestro, Giacopini ed anche del portiere Catellani non nuovo al “vizio” di entrare nel tabellino marcatori giocando da portiere, per lo Shield oltre alla rete sopracitata di Spano marcature di Ombretti e Artioli in una bella gara tra le due squadre indubbiamente più corrette del torneo.
Con questi risultati si delinea il quadro delle semifinali in programma mercoledì prossimo dove si incroceranno Atletico Castellazzo contro Bizoona Soccer e Belfica Fc contro FK Teuta, a rispettare i valori dettati dalla Regular Season dove la classifica finale recitava : Atletico Castellazzo 51 punti, Belfica Fc 45, FK Teuta 44, Bizoona Soccer 43 e dunque 1° classificata contro 4° e 2° contro 3°, valori che però in queste fasi finali da dentro o fuori lasciano il tempo che trovano, l’ unica certezza è che sicuramente l’ albo d’ oro di questa competizione alla sua quarta edizione si rinfrescherà con un nome nuovo dato che nessuna di queste quattro pretendenti ha mai partecipato ad una finalissima scudetto.
Mancano ancora 50 minuti, un ultima partita dopo otto mesi di sacrifici, partite, gol e battaglie per arrivare alla finalissima, ma i posti sono solo due e in ballo ci sono ancora quattro squadre tutte con le stesse speranze, ambizioni e gli stessi sogni di gloria, a decidere come sempre sarà il campo.

Leave a Reply